1950
Cesare Pavese


Cesare Pavese
La bella estate
Einaudi


Scritto nella primavera del 1940 e pubblicato nel 1949 insieme a Il diavolo sulle colline e Tra donne soleLa bella estate è, come affermò lo stesso Pavese, la «storia di una verginità che si difende», il racconto dell’inevitabile perdita dell’innocenza. Sullo sfondo di una Torino grigia e crepuscolare, si dipana la dolorosa maturazione di un’ingenua adolescente: nell’ambiente corrotto e sregolato della bohème artistica torinese, Ginia si innamora di un giovane pittore da cui, dopo resistenze interiori e rimorsi malcelati, si lascerà sedurre. È l’inizio di un amore disperante, carico di attese e vane illusioni, destinato a consumarsi nel breve attimo di una stagione. Un romanzo intenso e delicato che narra l’iniziazione alla vita, nella fase che segna, con la scoperta dei sensi e della tentazione, il passaggio dall’adolescenza alla maturità e la consapevolezza del proprio inevitabile destino.

Cesare Pavese è nato a Santo Stefano Belbo nel 1908. Allievo del liceo D’Azeglio, conosce Giulio Einaudi, di quattro anni più giovane, grazie ad Augusto Monti, che era stato insegnante di entrambi. Inizia a collaborare con l’Einaudi nel 1934 per la realizzazione della rivista «La Cultura», che dirige a partire dal terzo numero. Nel 1937 viene assunto nella redazione della casa editrice. Nel 1945-46 ne dirige la sede romana. Nel 1947 torna a Torino ed è, di fatto, il direttore editoriale. Nel 1950 muore suicida.
Tutte le sue opere sono state pubblicate da Einaudi.


Libri in concorso

  • Carlo Bernari, Speranzella (Mondadori)
  • Italo Calvino, Ultimo viene il corvo (Einaudi)
  • Giuseppe Dessì, Storia del principe Lui (Mondadori)
  • Carlo Coccioli, Il cielo e la terra (Vallecchi)
  • Marise Ferro, La guerra è stupida (Edizioni Milano Sera)
  • Luigi Figallo, Una donna al giorno (Longanesi)
  • Beniamino Joppolo, Un cane ucciso (Bompiani)
  • Nicola Lisi, La nuova Tebaide (Vallecchi)
  • Curzio Malaparte, La pelle (Ali d’Italia)
  • Gianna Manzini, Ho visto il tuo cuore (Mondadori)
  • Concetto Marchesi, Il libro di Tersite (Mondadori)
  • Donato Martucci, Lo strano settembre 1950 (Longanesi)
  • Cesare Pavese, La bella estate (Einaudi)
  • Lea Quaretti, La donna sbagliata (Neri Pozza)
  • Giani Stuparich, Il giudizio di Paride (Garzanti)
  • Francesco Maria Taliani, È morto in Cina (Mondadori)
  • Eugenio Vaquer, Il procuratore (Bompiani)
  • Flora Volpini, La fiorentina (Bompiani)

Prima votazione
Casa Bellonci, 4 giugno

  • Pavese 73
  • Volpini 28
  • Lisi 20
  • Malaparte 10
  • Marchesi 8

Seconda votazione
Hotel de la Ville, 24 giugno

  • Pavese 121
  • Volpini 45
  • Lisi 21
  • Marchesi 5
  • Malaparte 4

Premio: lire 500.000
Votanti: 230