1962
Mario Tobino

FB_PS_1956_600px
Mario Tobino
Il clandestino
Mondadori


Nel romanzo autobiografico vengono narrate le vicende che seguono la caduta del fascismo dopo il 23 luglio 1943, l’armistizio, l’occupazione tedesca, l’inizio della lotta partigiana vissuti in un immaginario paese della Versilia: i drammi e le atrocità, le ansie e le passioni, le sconfitte e i successi di un gruppo di uomini che combatté in nome di idee e valori in cui credette.
Meditato e composto fin dall’immediato dopoguerra, nel 1946, ma terminato solo nel 1961 e dato alle stampe l’anno dopo, Il clandestino è frutto del lungo sforzo morale e artistico tentato da Tobino per dare un affresco della propria generazione, combattere la personale battaglia contro il fascismo, denunciare le atrocità della guerra e rievocare il momento in cui rinacquero “l’amore e la fratellanza tra gli uomini”.
Vengono qui raccontate le vicissitudini degli antifascisti viareggini nella fatale estate del 1943. Nel fitto alternarsi di vicende e di personaggi – intellettuali e popolani, borghesi, sgherri e bel mondo – Tobino fa rivivere una stagione di rischi e di fervore, con i colori della verità e l’accento, ora giudicante, ora umanamente accorato, del testimone.

Mario Tobino (Viareggio 1910 – Agrigento 1991), medico, è stato direttore dell’ospedale psichiatrico di Lucca. Ha esordito in letteratura nel 1934 con i versi di Poesie per poi dedicarsi alla narrativa dal 1942 con il romanzo Il figlio del farmacista e i racconti di La gelosia del marinaio. Tutte le sue opere principali, sono poi state raccolte nel 2007 in un Meridiano Mondadori.


Libri in concorso

  • Anna Banti, Le mosche d’oro (Mondadori)
  • Antonio Barolini, Una lunga pazzia (Feltrinelli)
  • Alberto Bevilacqua, Una città in amore (Rizzoli)
  • Vera Cacciatore, La palestra (Salvatore Sciascia)
  • Giuseppe Cassieri, Il calcinaccio (Bompiani)
  • Giuseppe Longo, La Sicilia è un’isola (Martello)
  • Vito Magliocco, India da zero all’infinito (Nuova Edizione d’Italia)
  • Lucio Mastronardi, Il maestro di Vigevano (Einaudi)
  • Giuseppe Mazzaglia, La dama selvatica (Feltrinelli)
  • Gianna Murri, Gli ingenui intriganti (Mondadori)
  • Lanfranco Orsini, L’eclisse (Vallecchi)
  • Michele Prisco, La dama di piazza (Rizzoli)
  • Giorgio Saviane, L’inquisito (Lerici)
  • Mario Tobino, Il clandestino (Mondadori)
  • Marcello Venturi, L’ultimo veliero (Einaudi)
  • Alberto Vigevani, Le foglie di San Siro (Rizzoli)
  • Paolo Volponi, Memoriale (Garzanti)

Prima votazione
Casa Bellonci, 20 giugno

  • Tobino 60
  • Banti 46
  • Cassieri 45
  • Prisco 43
  • Mastronardi 24

Seconda votazione
Villa Giulia, 5 luglio

  • Tobino 148
  • Prisco 66
  • Banti 58
  • Cassieri 53
  • Mastronardi 28

Premio: lire 1.000.000
Votanti: 380