1976
Fausta Cialente

FB_PS_1956_600px
Fausta Cialente
Le quattro ragazze Wieselberger
Mondadori


In una incantevole Trieste di fine Ottocento, vivificata dall’aria mitteleuropea e dalla bora dell’irredentismo, si muovono, aggraziate e come consapevoli di un loro tragico destino, le quattro sorelle Wieselberger. Appartengono a un “giudiziosa, benestante famiglia” della buona società: la madre è una tranquilla signora, che si divide tra la casa di città, odorosa di cera e pulito, e la grande casa di campagna, con giardino, orto e vigna; il padre è uno stimato musicista, che dirige con autorità affettuosa sia la famiglia sia l’orchestra dei “dilettanti filarmonici”, che fa le prove in casa sua. A una delle quattro ragazze può capitare di danzare, una sera, con il signor Ettore Schmitz, industriale in vernici sottomarine, non diventato il grande Italo Svevo. Narrando la loro storia, che è poi quella della sua ramificatissima e sempre un po’ imprevedibile famiglia, Fausta Cialente racconta mezzo secolo di storia italiana, in una prospettiva rivelatrice. Getta una luce nuova e inquietante su certo fautori “liberalmassoni di destra” dell’irredentismo triestino, che non solo liquidavano in termini razzisti la questione slovena, ma intendevano applicare analoghe discriminazioni nei confronti dei lavoratori, escludendoli dal governo della città, quando fosse “divenuta italiana”.

Fausta Cialente (Cagliari 1898 – Pangbourne, Berkshire,1994), sorella dell’attore Renato Cialente; per parecchio tempo firmò anche con il cognome da sposata, Terni Cialente. Stabilitasi nel 1921 ad Alessandria d’Egitto, nel 1940 si trasferì al Cairo, dove svolse attività radiofonica e giornalistica in opposizione al regime fascista; tornò in Italia nel 1947. Esordì nel 1930 con un romanzo, Natalia; sono seguiti: Pamela o la bella estate (1935); Cortile a Cleopatra (1936), Ballata levantina (1961), Un inverno freddissimo (1966).


Libri in concorso

  • Leila Baiardo, L’inseguimento (Bompiani)
  • Ferdinando Camon, Occidente (Garzanti)
  • Fausta Cialente, Le quattro ragazze Wieselberger (Mondadori)
  • Laura Di Falco, L’inferriata (Rizzoli)
  • Vittorio Gorresio, Costellazione Cancro (Rizzoli)
  • Milena Milani, Soltanto amore (Rusconi)
  • Giorgio Montefoschi, Il museo africano (Rizzoli)
  • Ottiero Ottieri, Contessa (Bompiani)
  • Renée Reggiani, Hanno rapito il papa (Garzanti)
  • Alessandro Spina, Ingresso a Babele (Rusconi)

Prima votazione
Casa Bellonci, 15 giugno

  • Cialente 110
  • Montefoschi 68
  • Di Falco 55
  • Ottieri 52
  • Gorresio 32

Seconda votazione
Villa Giulia, 7 luglio

  • Cialente 157
  • Ottieri 93
  • Di Falco 67
  • Gorresio 60
  • Montefoschi 27

Premio: lire 1.000.000
Votanti: 467