1978
Ferdinando Camon

FB_PS_1956_600px
Ferdinando Camon
Un altare per la madre
Garzanti


Il romanzo è la conclusione ideale di quello che Camon ha intitolato il “ciclo degli ultimi”, in cui un mondo contadino immobile da sempre rivive nella sua miseria e della sua grandezza. Da questa matrice terrestre l’autore approda, per trasfigurazione d’amore, mediazione di memoria e virtù di poesia, a un sentimento dell’immortalità che trova il suo simbolo e segno nell’altare di rame costruito per la madre. È il padre che lo erige, ma è il figlio che ne registra la nascita costruendo a sua volta un “altare di parole”, il libro appunto che consentirà alla madre di “smettere di morire”. Una testimonianza d’amore, che soprattutto coinvolge con un’intensa religiosità di timbro tolstoiano. Una scrittura compatta e tesissima, epica ed elegiaca.

Ferdinando Camon (San Salvaro d’Urbana, Padova, 1935). Scrittore e critico letterario, collabora anche con alcuni quotidiani italiani e stranieri, tra i quali “La Stampa”, “L’Unità”, “Avvenire”, “Le Monde”, “La Nación”, “Il mattino di Padova”, “Il Giornale di Vicenza”, “L’Arena”, “La Prealpina”, “Il Messaggero di Udine”.Dopo due notevoli raccolte di interviste a scrittori italiani (Il mestiere di poeta, 1965; La moglie del tiranno, 1969), precisò gli oggetti privilegiati della sua ricerca in Letteratura e classi subalterne (1974). Tra i romanzi: Il quinto stato (1970), La vita eterna (1972), La malattia chiamata uomo (1981), Storia di Sirio (1984), La donna dei fili (1986), Il canto delle balene (1989). Di più recente pubblicazione invece: La Terra è di tutti (1996), Dal silenzio delle campagne (1999). Del 2004 è il breve romanzo La cavallina, la ragazza e il diavolo.


Libri in concorso

  • Giuseppe Bonura, Per partito preso (Rusconi)
  • Ferdinando Camon, Un altare per la madre (Garzanti)
  • Grazia Livi, La distanza e l’amore (Garzanti)
  • Giorgio Montefoschi, L’amore borghese (Rizzoli)
  • Mario Angelo Ponchia, Cavaliere lunare (Edizioni dell’Urbe)
  • Carmelo Samonà, Fratelli (Einaudi)
  • Antonio Tabucchi, Il piccolo naviglio (Mondadori)
  • Alberto Vigevani, Fata Morgana (Mondadori)

Prima votazione
Casa Bellonci, 15 giugno

  • Camon 90
  • Samonà 82
  • Vigevani 60
  • Montefoschi 54
  • Bonura 42

Seconda votazione
Villa Giulia, 5 luglio

  • Camon 117
  • Samonà 111
  • Vigevani 84
  • Montefoschi 80
  • Bonura 19

Premio: lire 1.000.000
Votanti: 459