2005
Maurizio Maggiani

FB_PS_1956_600px
Maurizio Maggiani
Il viaggiatore notturno
Feltrinelli


Uno studioso delle migrazioni animali siede sul colle dell’Asekrem, contempla un tramonto stordito di colori e attende il passaggio delle rondini. In quel deserto – povero ed essenziale – si avverte la prossimità alla nuda, utile bellezza dell’esistere, come forse l’aveva sentita il monaco francese – tutti lo ricordano ancora come ‟le père” – che in quegli stessi luoghi ha lasciato traccia di sé, del suo apostolato, della sua ascesi. In attesa delle rondini il nostro irundologo ha modo di cogliere l’agile sapienza del suo accompagnatore Jibril, di ascoltare il dimah Tighritz, astuto poeta viaggiante, di consumare amore dolcemente mercenario con la berbera Jashmina, di ascoltare la fastidiosa giornalista, Marguerite, arrivata per un servizio sul popolo dei tagil. Ma soprattutto, di fronte all’essenzialità del centro dell’Universo, di fronte alla mite saggezza dei tagil egli misura la distanza dal mondo, che altrove collassa nello spaventoso disordine della guerra. E così racconta a Jibril altre storie di erranze e migrazioni: dell’orsa Amapola sorpresa nelle foreste della Carnia, dell’armeno Zingirian incontrato nel suo cammino verso la Bosnia, verso la guerra, del principe polacco Péotocky, del popolo dei kubacy, e soprattutto della donna che cammina lungo le strade del mondo con la sua sporta di plastica in mano, di Perfetta che è quella donna raminga ma è anche la donna di cui l’orsa Amapola ha leccato il sangue, e infine dell’assedio della città di Tulsa. Storia dentro la storia, storia orale – antica e modernissima – che letteralmente migra di bocca in bocca, come un racconto narrato intorno al fuoco, Il viaggiatore notturno è un romanzo sulla pietà che l’uomo ha da rendere all’uomo.

Maurizio Maggiani è nato a Castelnuovo Magra in provincia di La Spezia nel 1951. Tra le sue opere: Vi ho già tutti sognato una volta (1990), Felice alla guerra (1992), màuri màuri (1996), Il coraggio del pettirosso (1995), La regina disadorna (1998), È stata una vertigine (2002), Mi sono perso a Genova. Una guida (2007).


Libri in concorso

  • Alberto Capitta, Creaturine (Frassinelli)
  • Rosalba Conserva, Casa Bàrnaba (Manni)
  • Giuseppe Conte, La casa delle onde (Longanesi)
  • Maurizio Cucchi, Il male è nelle cose (Mondadori)
  • Giovanna Giordano, Il mistero di Lithian (Marsilio)
  • Maurizio Maggiani, Il viaggiatore notturno (Feltrinelli)
  • Enzo Muzii, Fuori dai giochi (Aragno)
  • Edoardo Nesi, L’età  dell’oro (Bompiani)
  • Valeria Parrella, Per grazia ricevuta (minimum fax)
  • Beppe Sebaste, H.P. L’ultimo autista di Lady Diana(Quiritta)
  • Paolo Teobaldi, La badante (e/o)

Prima votazione
Casa Bellonci, 23 giugno

  • Nesi 68
  • Conte 57
  • Maggiani 50
  • Cucchi 48
  • Parrella 45

Seconda votazione
Villa Giulia, 7 luglio

  • Maggiani 138
  • Nesi 99
  • Conte 66
  • Cucchi 22
  • Parrella 18

Premio: euro 5.000
Votanti: 400