2008
Paolo Giordano


Paolo Giordano
La Solitudine dei numeri primi
Mondadori


Alice ha sette anni e odia la scuola di sci, ma suo padre la obbliga ad andarci. È una mattina di nebbia fitta, lei ha freddo e il latte della colazione le pesa sullo stomaco. In cima alla seggiovia si separa dai compagni e, nascosta nella nebbia, se la fa addosso. Per la vergogna decide di scendere a valle da sola, ma finisce fuori pista, spezzandosi una gamba. Resta sola, incapace di muoversi, al fondo di un canalone innevato, a domandarsi se i lupi ci sono anche in inverno. Mattia è un ragazzino intelligente con una gemella ritardata, Michela. La presenza costante della sorella umilia Mattia di fronte ai suoi coetanei. Per questo, la prima volta che un compagno di classe li invita entrambi alla sua festa, Mattia decide di lasciare Michela nel parco, con la promessa che tornerà presto da lei. Questi due episodi iniziali, con le loro conseguenze irreversibili, saranno il marchio impresso a fuoco nelle vite di Alice e di Mattia, adolescenti, giovani e infine adulti. Le loro esistenze, così profondamente segnate, si incroceranno e i due protagonisti si scopriranno strettamente uniti eppure invincibilmente divisi. Come quei numeri speciali, che i matematici chiamano primi gemelli: due numeri primi separati da un solo numero pari, vicini ma mai abbastanza per toccarsi davvero.

Paolo Giordano è nato a Torino nel 1982. È laureato in fisica teorica e lavora presso l’Università con una borsa di dottorato. La solitudine dei numeri primi è il suo primo romanzo.


Libri in concorso

  • Ruggero Cappuccio, La notte dei due silenzi (Sellerio)
  • Cristina Comencini, L’illusione del bene (Feltrinelli)
  • Carlo D’Amicis, La guerra dei cafoni (minimum fax)
  • Diego De Silva, Non avevo capito niente (Einaudi)
  • Giuseppina De Rienzo, Vico del fico al Purgatorio (Manni)
  • Paolo Giordano, La solitudine dei numeri primi (Mondadori)
  • Ron Kubati, Il buio del mare (Giunti)
  • Giuseppe Manfridi, La cuspide di ghiaccio (Gremese)
  • Cristina Masciola, Razza bastarda (Fanucci)
  • Emiliano Poddi, Tre volte invano (Instar Libri)
  • Lidia Ravera, Le seduzioni dell’inverno (nottetempo)
  • Ermanno Rea, Napoli ferroviaria (Rizzoli)

Prima votazione 
Casa Bellonci, 19 giugno

  • Giordano 71
  • Rea 68
  • De Silva 58
  • Comencini 51
  • Ravera 35

Seconda votazione 
Villa Giulia, 3 luglio

  • Giordano 163
  • Rea 118
  • Comencini 43
  • De Silva 22
  • Ravera 20

Premio: euro 5.000
Votanti: 400