Dio nella macchina da scrivere

Irene Di Caccamo
Dio nella macchina da scrivere
La nave di Teseo

Proposto da
Paolo di Paolo

«Una grande poetessa americana, Anne Sexton, la sua vita turbolenta, “furiosa, erotica, caotica e libera”, è raccontata nelle pagine di Dio nella macchina da scrivere con l’azzardo della prima persona. Non è una biografia romanzata; è un diario immaginato e costruito per “evocazione”: Irene Di Caccamo reinventa la voce di Anne Sexton, nel senso proprio che la riporta in luce, la rende ancora udibile. E proprio perché intemperante, indomita, poeticissima questa voce rifiuta ogni cliché, non si lascia ingabbiare dagli stereotipi. Si muove liberamente, vibra, si accende, asseconda i balzi in alto e in basso dell’umore, traduce visioni, allucinazioni, ricordi. Irene Di Caccamo, con questo romanzo, porta il lettore in quel paesaggio psichico affascinante, misterioso – carico di sogni, di incubi, di desideri – che sta dietro alla creazione artistica. È un paesaggio che di solito ci è dato solo intuire, supporre, immaginare: qui lo esploriamo. Ed è stupefacente. Anche doloroso, perché insostenibile per chi lo abita ogni giorno. Le immagini ambigue, i simboli sinistri, le ossessioni, i lampi ironici e spiazzanti della poesia singolare e intensissima di Anne Sexton, morta suicida nel 1974, sono come rivelati e tradotti in racconto da questo coraggioso romanzo di voci.»