Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
post
libro
autore
page

Le nostre vite

Francesco Carofiglio
Le nostre vite
Piemme

Presentato da
Andrea Kerbaker

«Non è facile, l’adolescenza: periodo di dubbi, fatiche, ansie, dispiaceri che sempre ci accompagnano all’uscita dalla vita infantile. Tutto fisiologico, più o meno normale; ma in alcuni casi questi fenomeni legati alla crescita portano con sé dolori profondi, con cui alcuni non riescono mai a chiudere definitivamente i conti. Stefano e Anna, i due personaggi del nuovo libro di Francesco Carofiglio, Le nostre vite (Piemme) fanno parte di questo gruppo di persone con un conto aperto, così tanto che, per motivi molto diversi, hanno cambiato il loro nome. E questa parallela rinuncia all’identità, conseguenza in entrambi i casi di un trauma decisivo, corrisponde a un buco nero capace, a distanza di decenni, di oscurare le loro vite nel profondo.
Diverso però il rapporto con quel passato. Stefano non ne ricorda nulla; arrivato quasi alla mezza età, ha provato a fare i conti con la rimozione attraverso la pubblicazione di un libro di buon successo, che però non è riuscito in nessun modo a fare luce nelle sue zone buie, territorio inesplorato dove la memoria non riesce a penetrare. La sua coetanea Anna, invece, la sua zona oscura la ricorda fin troppo bene, e anche a distanza di decenni sta cercando di sfuggirle. In una Parigi contemporanea amata in ogni strada e abitazione, i due incrociano le loro esistenze in un percorso di avvicinamento progressivo. Si attraggono, si cercano, si amano, si respingono, scappano. E quella che potrebbe essere una comune storia tra due adulti consenzienti si trasforma in un redde rationem con le rispettive adolescenze che coinvolge il lettore sul piano emotivo come su quello razionale.
L’universo della memoria rimossa è complesso, vischioso: alto il rischio di smarrirsi in riflessioni verbose dove il lettore fatica a trovare il bandolo della matassa. Senza essere superficiale, Carofiglio evita il rischio grazie a uno stile serrato, totalmente contemporaneo, dove abbondano i dialoghi e non ci si perde in eccessi di virtuosismo. Un modo di raccontare che ci permette, attraverso le trecento pagine del libro, di condividere appieno il viaggio di Stefano e Anna alla ricerca del loro passato. In un mondo in cui troppe storie menano il can per l’aia senza dare mai l’impressione di giungere al punto, mi pare un pregio non da poco. Per questi motivi penso che Le nostre vite possa essere un più che degno candidato al Premio Strega 2022.»

[button url=’https://www.ibs.it/nostre-vite-libro-francesco-carofiglio/e/9788856677751?utm_source=premio-strega&utm_medium=partnership-editoriale&utm_campaign=strega_2022′ target=’_blank’]Acquista su [/button]