Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
post
libro
autore
page

I dodici libri candidati alla LXXVI edizione del Premio Strega

Il Premio Strega, il riconoscimento letterario promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e Liquore Strega con il contributo della Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con BPER Banca, sponsor tecnico IBS.it, annuncia la selezione della dozzina della LXXVI edizione.

immagine per I dodici libri candidati alla LXXVI edizione del Premio Strega
©Musacchio, Ianniello, Pasqualini & Fucilla

 Il Comitato direttivo del premio – composto da Pietro Abate, Giuseppe D’Avino, Valeria Della Valle, Ernesto Ferrero, Alberto Foschini, Paolo Giordano, Dacia Maraini, Melania G. Mazzucco (presidente), Gabriele Pedullà, Stefano Petrocchi, Marino Sinibaldi, Antonio Scurati e Giovanni Solimine – ha scelto i 12 candidati che si disputeranno l’edizione 2022 tra i 74 titoli proposti quest’anno dagli Amici della domenica.

Questi i libri selezionati:

  • Marco AmerighiRandagi(Bollati Boringhieri)
    presentato da Silvia Ballestra
  • Fabio BacàNova (Adelphi)
    presentato da Diego De Silva
  • Alessandro BertanteMordi e fuggi(Baldini+Castoldi)
    presentato da Luca Doninelli
  • Alessandra CaratiE poi saremo salvi(Mondadori)
    presentato da Andrea Vitali
  • Mario DesiatiSpatriati(Einaudi)
    presentato da Alessandro Piperno
  • Veronica Galletta, Nina sull’argine, (minimum fax)
    presentato da Gianluca Lioni
  • Jana KaršaiováDivorzio di velluto(Feltrinelli)
    presentato da Gad Lerner
  • Marino Magliani, Il cannocchiale del tenente Dumont (L’Orma)
    presentato da Giuseppe Conte
  • Davide OrecchioStoria aperta(Bompiani)
    presentato da Martina Testa
  • Claudio PiersantiQuel maledetto Vronskij(Rizzoli)
    presentato da Renata Colorni
  • Veronica RaimoNiente di vero(Einaudi)
    presentato da Domenico Procacci
  • Daniela Ranieri, Stradario aggiornato di tutti i miei baci (Ponte alle Grazie)
    presentato da Loredana Lipperini

«Le 74 opere di narrativa proposte quest’anno al premio Strega sono state scritte o completate nei due anni di pandemia, nell’isolamento forzato e nella solitudine» ha dichiarato Melania G. Mazzucco, presidente del Comitato direttivo del premio. «In molti dei romanzi candidati i personaggi femminili – siano di finzione o di autofinzione – disegnano una nuova geografia umana. Donne non convenzionali, estranee agli stereotipi di genere. Bambine e ragazze anomale e diverse, amiche coraggiose, mogli divorziate, madri single, madri scriteriate, ossessivamente dedite ai figli o alla propria felicità, donne non madri per desiderio di indipendenza, che fanno i conti con la loro vocazione alla libertà e alla scrittura, e con l’esercizio di professioni altamente specializzate cui fino a pochi anni fa era loro vietato l’accesso. Voci graffianti e ironiche, saggiamente malinconiche o debordanti intelligenze, che testimoniano una svolta – ci auguriamo irreversibile – nella nostra società e nella nostra letteratura».

I libri candidati saranno letti e votati da una giuria composta da 660 aventi diritto. Ai voti degli Amici della domenica si aggiungono quelli espressi da studiosi, traduttori e appassionati della nostra lingua e letteratura selezionati dagli Istituti italiani di cultura all’estero, lettori forti scelti da librerie indipendenti distribuite in tutta Italia, voti collettivi espressi da scuole, università e gruppi di lettura, tra i quali i circoli istituiti dalle Biblioteche di Roma.

l libri in gara concorreranno inoltre alla IX edizione del Premio Strega Giovani e saranno letti e votati da una giuria composta da 1.000 studentesse e studenti provenienti da scuole secondarie superiori in Italia e all’estero.

A giugno gli autori candidati e finalisti alla LXXVI edizione del Premio Strega saranno ospiti di festival e manifestazioni culturali in tutta Italia. La proclamazione della cinquina finalista si terrà l’8 giugno a Benevento, al Teatro Romano, alla presenza dei dodici candidati e del pubblico, mentre l’elezione del vincitore si svolgerà giovedì 7 luglio al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia.

Tra i molti appuntamenti organizzati dalla Fondazione Bellonci, per tutto il 2022, in occasione del centoventesimo anniversario della sua nascita, verrà ricordata con numerose iniziative culturali, Maria Bellonci, scrittrice e fondatrice del Premio Strega. Torneranno alcuni dei suoi libri più amati e altri introvabili da tempo, riproposti in una nuova veste editoriale.

A maggio uscirà per Mondadori in Oscar Cult un’edizione ampliata di Lucrezia Borgia, con l’introduzione di Giulia Caminito e la riproposizione dell’Intervista impossibile a Lucrezia scritta nel 1974 da Maria Bellonci per la Rai e andata in onda per il Secondo Programma della radio nell’estate dello stesso anno.

Inoltre, per la prima volta sarà disponibile l’audiolibro di Lucrezia Borgia letto da Anna Bonaiuto e pubblicato da Emons.

L’immagine che accompagnerà la LXXVI edizione è stata realizzata da Olimpia Zagnoli, artista di fama internazionale: “Ho immaginato una strega contemporanea, che nella mia interpretazione è un individuo che racchiude più identità. Questa molteplicità viene enfatizzata dalle linee del disegno che come un’onda creano dei pieni e dei vuoti che la contengono”.