Premio Strega 2020: I cinquantaquattro titoli proposti dagli Amici della domenica

Sono cinquantaquattro i libri proposti dagli Amici della domenica per la LXXIV edizione del Premio Strega, il riconoscimento letterario promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e Liquore Strega con il contributo di Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con Bper Banca, sponsor tecnico Ibs.it. 

Spetta ora al Comitato direttivo del premio – composto da Pietro Abate, Valeria Della Valle, Giuseppe D’Avino, Ernesto Ferrero, Alberto Foschini, Paolo Giordano, Helena Janeczek, Melania G. Mazzucco, Gabriele Pedullà, Stefano Petrocchi, Marino Sinibaldi e Giovanni Solimine – scegliere i dodici titoli che si disputeranno l’edizione 2020, sia tenendo conto delle proposte degli Amici, sia sulla base di valutazioni proprie che potranno eventualmente integrare la lista iniziale. 

I dodici candidati saranno annunciati domenica 15 marzo, alle ore 12.30, nell’incontro che avrà luogo nella Sala Ospiti dell’Auditorium Parco della Musica, durante Libri come. Festa del Libro e della Lettura, a Roma.

Interverranno Giuseppe D’Avino, Presidente di Strega Alberti Benevento, Valeria Della Valle, Presidente del Comitato scientifico della Fondazione Bellonci, Melania G. Mazzucco, Presidente del Comitato direttivo del Premio Strega e Giovanni Solimine, Presidente della Fondazione Bellonci. Coordinerà l’incontro Stefano Petrocchi, Direttore della Fondazione Bellonci.

I libri candidati saranno letti e votati da una giuria composta dai 400 Amici della domenica, ai quali si aggiungono 200 voti espressi da studiosi, traduttori e intellettuali italiani e stranieri selezionati da 20 Istituti italiani di cultura all’estero, 40 lettori forti selezionati da 20 librerie indipendenti distribuite in tutta Italia, 20 voti collettivi espressi da scuole, università e gruppi di lettura (tra cui 15 circoli costituiti presso le Biblioteche di Roma), per un totale di 660 aventi diritto.

I finalisti saranno annunciati martedì 9 giugno al termine della prima votazione. La proclamazione del vincitore avverrà giovedì 2 luglio 2020. 

L’elenco dei cinquantaquattro libri segnalati:

  • Silvia Ballestra, La nuova stagione (Bompiani), proposto da Loredana Lipperini;
  • Marta Barone, Città sommersa (Bompiani), proposto da Enrico Deaglio;
  • Jonathan Bazzi, Febbre (Fandango Libri), proposto da Teresa Ciabatti;
  • Ilaria Bernardini, Il ritratto (Mondadori), proposto da Paolo Sorrentino;
  • Gianluigi BruniLuce del Nord (Rubbettino), proposto da Antonio Pascale;
  • Errico Buonanno, Teresa sulla Luna (Solferino), proposto da Chiara Gamberale; 
  • Gianrico Carofiglio, La misura del tempo (Einaudi), proposto da Sabino Cassese;
  • Cynthia Collu, L’amore altrove (DeA Planeta Libri), proposto da Ferruccio Parazzoli;
  • Pasquale Critone, Il tesoro sacrilego (Armando Editore), proposto da Antonio Augenti;
  • Luciano Curreri, Volevo scrivere un’altra cosa (Passigli), proposto da Alessandro Barbero;
  • Lidia Del Gaudio, Il delitto di via Crispi n. 21 (Fanucci), proposto da Marcello Ciccaglioni;
  • Viola Di Grado, Fuoco al cielo (La nave di Teseo), presentato da Maria Rosa Cutrufelli;
  • Francesco Falconi, Gli anni incompiuti (La Corte Editore), proposto da Alessandro Perissinotto;
  • Angelo Ferracuti, La metà del cielo (Mondadori), proposto da Paolo Di Stefano;
  • Gian Arturo Ferrari, Ragazzo italiano (Feltrinelli), proposto da Margaret Mazzantini;
  • Alessio Forgione, Giovanissimi (NN Editore), proposto da Lisa Ginzburg;
  • Valerio Gaglione e Fabio Izzo, Uccidendo il secondo cane (Oblomov Edizioni), proposto da Piero Mastroberardino;
  • Giorgio Ghiotti, Gli occhi vuoti dei santi (Hacca), proposto da Biancamaria Frabotta; 
  • Gipi, Momenti straordinari con applausi finti (Coconino Press), proposto da Francesco Piccolo;
  • Antonio Gnoli e Francesco Merlo, Grand Hotel Scalfari (Marsilio), proposto da Pietrangelo Buttafuoco;
  • Laura Imai Messina, Quel che affidiamo al vento (Piemme), proposto da Lia Levi;
  • Claudio Lagomarsini, Ai sopravvissuti spareremo ancora (Fazi), proposto da Laura Minervini;
  • Francesco Longo, Molto mossi gli altri mari (Bollati Boringhieri), proposto da Marco Cassini;
  • Leonardo G. Luccone, La casa mangia le parole (Ponte alle Grazie), proposto da Silvio Perrella;
  • Pierluigi Luisi, Il posto dei fichi d’India (Aracne), proposto da Paolo Ferruzzi;
  • Giuseppe Lupo, Breve storia del mio silenzio (Marsilio), proposto da Salvatore Silvano Nigro;
  • Giuseppe Manfridi, Anya. La segretaria di Dostoevskij (La Lepre Edizioni), proposto da Claudio Strinati;
  • Francesco Marino, Lo chef consiglia amore (Cairo), proposto da Lina Wertmüller;
  • Daniele Mencarelli, Tutto chiede salvezza (Mondadori), proposto da Maria Pia Ammirati;
  • Sebastiano Mondadori, Il contrario di padre (Manni), proposto da Giovanni Pacchiano;
  • Raffaele Mozzillo, Calce. O delle cose nascoste (Effequ), proposto da Filippo La Porta;
  • Margherita Nani, L’ospite – Le anatomie di Josef Mengele (Francesco Brioschi Editore), proposto da Ilaria Catastini;
  • Gesuino Némus, L’eresia del Cannonau (Elliot), proposto da Arnaldo Colasanti;
  • Rosario Palazzolo, La vita schifa (Arkadia), proposto da Giulia Ciarapica;
  • Alfredo Palomba, Teorie della comprensione profonda delle cose (Wojtek), proposto da Antonella Cilento; 
  • Francesca Pansa, Nessuna notte è infinita (Rizzoli), proposto da Aurelio Picca;
  • Renzo Paris, Miss Rosselli (Neri Pozza), proposto da Nadia Terranova;
  • Valeria Parrella, Almarina (Einaudi), proposto da Nicola Lagioia;
  • Paolo PecereRisorgere (Chiarelettere), proposto da Fulvio Abbate;
  • Lorenza PieriIl giardino dei mostri (E/O), proposto da Martina Testa;
  • Remo Rapino, Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio (Minimum Fax), proposto da Maria Ida Gaeta;
  • Giovanni Ricciardi, La vendetta di Oreste (Fazi), proposto da Saverio Simonelli;
  • Ilaria Rossetti, Le cose da salvare (Neri Pozza), proposto da Wanda Marasco;
  • Lodovica San GuedoroAmor che torni… Un’educazione sentimentale (Felix Krull Editore), proposto da Paolo Ruffilli;
  • Ezio Sinigaglia, L’imitazion del vero (TerraRossa), proposto da Lorenza Foschini; 
  • Lorena Spampinato, Il silenzio dell’acciuga (Nutrimenti), proposto da Lidia Ravera;
  • Olimpio Talarico, Cosa rimane dei nostri amori (Compagnia Editoriale Aliberti), proposto da Ferruccio de Bortoli;
  • Marina Valensise, La temeraria. Luciana Fossati Gawronska, un romanzo del Novecento (Marsilio), proposto da Eva Cantarella;
  • Chiara Valerio, Il cuore non si vede (Einaudi), proposto da Jhumpa Lahiri;
  • Enrico Vanzina, Mio fratello Carlo (HarperCollins Italia), proposto da Masolino D’Amico;
  • Piera Ventre, Sette opere di misericordia (Neri Pozza), proposto da Cesare de Seta;
  • Sandro Veronesi, Il colibrì (La nave di Teseo), proposto dall’Accademia degli Scrausi; 
  • Daniele Vicari, Emanuele nella battaglia (Einaudi), proposto da Michele Dalai;
  • Gian Mario Villalta, L’apprendista (SEM), proposto da Franco Buffoni.